Come si costruisce oggi un rapporto interpersonale?

Harry ti presento Sally - 1989

…non ho una risposta precisa, ma avrei molte domande.
Ho l’impresione che oggi i rapporti interpersonali si consumino in un attimo.

“la candela che splende il doppio del suo splendore, brucia in metà tempo…”Blade Runner

Così i rapporti interpersonali tra uomo e donna oggi si consumano nella metà del tempo, ci si mette insieme prima di conoscersi e quando ci si riesce a conoscere finisce la storia, forse perché non siamo quello che l’altro ha creduto fossimo e l’altro non è quello che noi abbiamo creduto fosse.

A cosa è dovuta questa fretta?
E’ possibile che andando avanti con l’età si pensi che il tempo non basti più.
Così si accellerano i passaggi per recuperare il tempo che rimane e invece si finisce a perdere tempo, e a dover recuperare le energie perdute.

Perché di energia ne mettiamo tanta, con la speranza che la cosa funzioni.

Alcune amiche che non vedevo da una decina di anni, che hanno attualmente una quotidianeità completamente diversa dalla mia, composta da compagni o mariti, bambini, tate, mi hanno domandato com’è “lì fuori”, perché quasi in aria di crisi per la loro realtà di vita.
Com’è la fuori?…Un gran caos, che non so riassumere. Fate rientrare la crisi, risolvetela e andate avanti.

Mi hanno chiesto come funziona il corteggiamento.
Corteggiamento? Perché pensate che esista ancora?

Un giorno in Tribunale ho conosciuto un bel ragazzo, siamo usciti per pochi giorni e, come da copione, la nostra candela è bruciata in metà tempo.
Lui non ha più telefonato, io non ho più telefonato perché, nonostante dicano che i tempi siano cambiati e che anche le donne possano fare il primo passo, credo che sia tutta una gran cretinata e che se un uomo vuole ti chiama, te lo fa capire, se non lo fa, vuol dire che non gli interessi.

Due settimane fa l’ho rincontrato in Tribuanle, erano passati 7 mesi dall’ultima volta, dopo esserci salutati mi invia un sms in cui afferma di essere stato contento di avermi rivisto che si sarebbe fatto sentire per prendere un caffè.

Durante queste due settimane non si è fatto sentire, questa mattina accendo il cellullare ed arriva un suo sms, delle 23.30 del giorno prima, con cui mi chiede cosa stessi facendo…

Ora mi viene spontanea una domanda: ma in queste due settimane l’unico momento utile che hai trovato per cercarmi è stato alle 23.30 di un venerdì sera?!
Non è un momento adatto, per alcuni semplici motivi:
essere cercata sul finale di serata può voler dire che con me non hai la minima intenzione di fare due chiacchiere davanti ad un caffè, ma che tu voglia impiegare questo tempo in tutt’altra faccenda.

Oppure che la tua serata non stia andando bene e quindi tu voglia rimediare con me, quindi sono una tappabuchi ( senza giochi di parole), e sempre non per fare due chiacchiere davanti ad un caffè.

Ed inoltre non consideri che, come femmina, necessito di mille attenzioni (anche se fittizie) per cui ad un sms alle 23.30 con cui mi chiedo cosa sto facendo, anche se sono a casa a fare la calza con il pigiamone di flanella, ti risponderò che sono ad una festa e che sono impegnata per tutte le prossime serate fino al 2020!

(10.10.2009)

Annunci

8 pensieri riguardo “Come si costruisce oggi un rapporto interpersonale?

  1. Vorrei risponderti più a lungo, ia perché è il mio primo intervento sul tuo blog, sia perché l’argomento è interessante, e mi riguarda da vicino.

    Ti ho messo nel mio blogroll per non perderti, ma per ora una sola cosa ti dico: fai bene a consigliare alle tue amiche di tenersi stretto il proprio marito/compagno, risolvere la crisi e andare avanti. Fuori di lì, pare proprio che non ci sia assolutamente niente! 😦

  2. Ciao Ifigenia, che coincidenza, uno dei miei personaggi mitologici preferiti.
    Nella tragedia di Euripide è l’esempio di come una donna riesca a sacrificare se stessa per il bene degli altri.

    Mi fa piacere che tu mi abbia aggiunto al tuo blogroll, ricambio subito.

    L’argomento a me sta molto a cuore, sono d’accordo lì fuori è desolante…

  3. Cara Maria Emma (ma lo sai che io mi sarei dovuta chiamare Emma?), ti ho risposto con un post sul mio blog, ma ancora non l’ho pubblicato perché giusto oggi ne avevo pubblicato un altro e non li voglio sovrapporre.

    Credo di pubblicarlo entro un paio di giorni o tre, ma tanto ti dovrebbe arrivare la notifica automatica perché nel mio post ho citato il tuo.

    Se ti fa piacere, vienimi a trovare! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...