U come Uomini: il Nuotatore – Le Origini

Sedute al tavolino di un bar affollato per l’aperitivo, io e alfaprivativa, si parlava di relazioni, come spesso accade tra noi.

Grazie a delle strane congiunture astrali eravamo entrambe impegnate in una relazione ufficiosa, perché mica capita tanto spesso di esserlo contemporaneamente e l’asincronicità delle nostre liaison ha fatto spesso nascere faticose, chiamiamole: incomprensioni, ma questa è un’altra storia.

L’aggiornavo sulle mie vicende (all’epoca ero impegnata in un affair solo per: V come Vendetta, nei confronti di chi mi ispirò queste parole..ma anche questa è un’altra storia). 

Accanto a noi un tavolo con un gruppo di simpatici assortiti misti, sia di genere che di età. 

Prese dalla conversazione ancora non avevamo ordinato nulla, ma capita raramente, anzi non capita mai, che io e alfaprivativa rinunciamo ad un bicchiere di vino, così mi giro per rivolgermi al cameriere superando con lo sguardo il tavolo di assortiti misti, ma si frappone fra me e il cameriere un calice di vino, tenuto in alto dalla mano di colui che poi scoprirò essere un ex nuotatore che mi guarda sorridendo dedicandomi un brindisi. 

Mi colpisce la vivacità e briosità dello sguardo che ha assunto un istante prima di bere alla mia salute.

Sorrido accennando un gesto con il capo per ringraziarlo e non faccio in tempo a fare null’altro che uno degli assortiti misti si alza, sposta le sedie ed unisce il nostro tavolo al loro,  facendo diventare me e alfaprivativa parte integrante del simpatico tavolo.

Scopriamo che è in corso un festeggiamento per il compleanno di uno di loro visibilmente più giovane di noi, inevitabilmente la conversazione devia sulle varie età dei componenti l’allegra brigata. 

Il nuotatore sentita la mia esclama: “Veramente? Non sembra. Hai azzerato il contagiri!”

Come non voler bene subito ad un uomo così. 

E’ il turno del nuotatore, è nato 3 anni dopo di me, ma tanto è bravo nel combattere la forza di attrito nell’acqua, quanto è bravo ad incartare le cose e renderle piacevoli che a conti fatti abbiamo solo un anno di differenza, lui conta la sua età dall’anno compiuto quindi se ne aggiunge uno, conta i miei, che sono di dicembre, come se avessi un anno in meno ed è così che il nuotatore accorcia le distanze, da 3 ad 1.

Io l’ho sùbito adorato questo nuotatore qui. 

In quasi un anno di amicizia tutto abbiamo provato, l’allegria dopo il disappunto, la fuga e l’affronto, il distacco e la riconciliazione, la rabbia e l’arrendevolezza. 

La tua vicinanza ha riportato il mio stato d’animo pei floridi sentier della speranza.

Annunci

2 pensieri riguardo “U come Uomini: il Nuotatore – Le Origini

  1. Le amicizie sono una gran bella cosa, ma quelle maschili ritengo abbiano una marcia in più; forse aggiungono quel qualcosa che noi non abbiamo, quella chiave di lettura diversa, quel modo di porsi in cui non ci rispecchiamo e che per questo forse ci scuote da abitudini e torpore.

    Io sono di quelle che all’amicizia tra uomo e donna ci crede eccome! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...