14 pensieri riguardo “Vita di PI – Pubblico Impiegato – Riflessioni XXI

  1. Che tu ci pensi, anche al distacco fra chi lavora e chi non può farlo (sebbene per il momento, magari) non può non significare qualcosa. Perché a volte ci penso, e per due o tre persone che ci pensano ce ne sono mille che vanno avanti col pilota automatico… e loro, per dire, manco sono borderline. Magari. Si perché è vero che il lavoro nobilita, ma quando non c’è? Lo sappiamo che la gente si fa spesso mettere in testa quello che vogliono altri senza accorgersene… molto spesso. E in un paese in cui tutto si basa su un certo modo di vedere il lavoro, almeno in apparenza? Come la mettiamo? Detto questo, c’è gente molto più evitante di te, ho il sospetto… con tutto il rispetto 🙂 e francamente, posso essere quasi brutale, in Italia troppa gente apre il forno senza capire un emerito cazzo. E tu decisamente non mi pari fra queste.

    1. Ah bene ! Grazie ! Mi auguro davvero di non essere tra quelle 😀
      Il lavoro nobilita sì, se fatto con impegno anche minimo, altrimenti più che nobilitare abbrutisce il lavoratore e chi gli sta intorno. Ed è contro questo abbrutimento che io più mi scaglio.
      Perché mi rendo conto che alle volte queste mie “lamentele” possono sembrare irriguardose nei confronti di chi non ha lavoro ma così non è.
      Anzi mi fa rabbia ancor di più doversi sentire in un certo senso in colpa per avere un lavoro, che paese che è diventato…

      1. Il punto è proprio questo. Non ce ne siamo nemmeno resi conto, che ormai siamo a un punto che si governa praticamente solo grazie ai dissidi creati. Chi non ha lavoro se la prende con chi ce l’ha o scrive post su facebook “che palle oggi è lunedì vado a lavoro”. Ho svariate amiche che scrivono ‘sta roba e capisco che a qualcuno possa dare fastidio, ma a me fondamentalmente non interessa. Però c’è chi si irrita perché si sente messo ai margini. Però, chi lavora, non è detto che stia bene… ma sarebbe troppo lungo da analizzare questo problema. Il punto è questo. Tu non devi sentirti in colpa perché lavori, io non devo colpevolizzarti perché lo cerco. Siamo due facce dello stessa medaglia. In un paese ipocrita che procede per fronti opposti. Siamo noi che pensiamo per contrasti, perché chi deve stare unito… lo è… E poi, questo nobilitare del lavoro, ci penso spesso. Possibile che in questo paese o devi lavorare come un mulo – per una miseria, spesso – oppure non puoi lavorare? Domanda retorica, lo so, ma non posso fare a meno di pensarci.

  2. No guarda, mica sei tu quella borderlain.
    Io, per esempio, quando mangio in ufficio (perché non è che non potrebbi uscire, ma da me in paese la desolazione è così tanta che praticamente è meglio stare in ufficio, quindi immaginati te…) rifletto spesso. E al posto delle vetrine do’ un’occhiata ai giornali su internet (che dicono che non va bene mangiare e navigare, ma tant’è…).
    Ora, per esempio, è quasi mezzodì e il tuo post mi ha fatto accorgere che non mi sono portato niente da mangiare, quindi dovrò uscire a comprarmene.
    Ok, chiudo, che mi aspettano al miting…
    P.S.: ho parlato al singolare perché la voce che sento sempre mi ha detto di fare così… 😕

  3. Te lo ha detto l’omino del cervello?
    😀 citazione della Gialappa’s ai tempi di mai dire grande fratello quando c’erano ancora, ma che fine hanno fatto? I gialappi intendo…
    Anche io spesso mangio in ufficio eh, mica che sempre metto il naso sulle vetrine, che poi se ce lo metto troppo la donnina del cervello mi dice di comprare e poi compro xché con il bancomat mi sembra che non spendo e poi invece faccio danni.
    Quindi io penso che sia meglio mangiare e navigare. 😀

  4. ciao MariaEmma,
    borderline/evitante è una definizione che trovi sui giornaletti della pettinatrice, hai presente: “lo psicologo risponde”.
    è molto probabile che il tuo ex non sappia neanche cosa voglia dire una simile “diagnosi”, mi sa che tu faresti meglio a guardare in altre direzioni, magari uno sportivo, un artista, un commerciante… con dentisti e psicologi non ti “esprimi” 😉

    il pasto di metà giornata bisognerebbe consumarlo da soli per legge, secondo me.

    TADS

    1. Ciao Tads!
      Il pasto di metà giornata da solo x legge mi ha fare un gran sorriso!
      In effetti non è poi così male, anzi i suoi lati buoni lo ha davvero.

      …mmmmh dunque commerciante c’è l’ho, e anche lì non è andata granché;
      Sportivo c’è l’ho, dallo sciatore al palestrato passando per altri generi, e anche lì..
      Ma comunque ora come ora direi che non mi posso lamentare.

      Alle volte penso ai pazienti che vanno dal mio ex.. ‘Cipicchia speriamo che lui sia migliorato nelle diagnosi!

  5. Ogni volta che passo da qui ritrovo sempre un’incontenibile energia che si agita in schemi angusti, una creatura indomita che avrebbe bisogno di abitare la creatività e invece si rotola nella routine. Quand’è che salti il fosso?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...